Home page Separatore Cosa facciamo Separatore News Separatore GIOVANI: VOGLIA E PAURA DI CAMBIARE

Giovani: voglia e paura di cambiare

GIOVANI: VOGLIA E PAURA DI CAMBIARE

Oggi oltre 100 giovani delle scuole di Rovereto hanno partecipato al Teatro-forum "What is work?"

 

Desiderio, ma anche timore di sognare. Come l'"odi et amo" di Catullo, i giovani oggi sono combattuti da sentimenti controversi rispetto al domani. È quello che è emerso questa mattina dagli oltre 100 giovani - dell'Istituto don Milani di Rovereto e del corso di laurea in "Terapia della Riabilitazione psichiatrica" dell'Università di Verona - che all'Auditorium Melotti hanno partecipato al Teatro Forum "What is work?" promosso dalle cooperative sociali della Vallagarina Girasole, Gruppo 78, Il Ponte e Iter. Non uno spettacolo teatrale dove pubblico e attori giocano ruoli ben separati e definiti, bensì un unico interagire, prima timoroso poi sempre più vivo e sincero, tra i ragazzi in platea e gli attori della compagnia teatrale "sPunti di Vista" della cooperativa sociale Tornasole di Brescia. Grazie alla tecnica del teatro forum - metodo elaborato in Brasile a partire dai primi anni ‘60 sulla base delle esperienze del drammaturgo Augusto Boal - i ragazzi hanno riflettuto, analizzato, discusso animatamente tra loro e con gli adulti presenti su una reale situazione messa in scena dagli attori sul palco: Angelo e Giorgia, 24 e 22 anni si sono dati da fare. Dopo lo studio hanno deciso di creare un'associazione per trasformare in un locale la vecchia caserma dismessa del quartiere. Tanta la passione, l'entusiasmo, l'idea di dare sè stessi in qualcosa creato con le proprie mani. Ma nella vita le difficoltà non mancano e nel caso di Angelo e Giorgia questo ostacolo aveva un nome: Mattia, il signore che abita nel quartiere da una vita e che sta raccogliendo firme per impedire ai due ragazzi l'apertura del locale che, a parer suo, porterebbe solo "casino, vandalismi e giovani molesti". Come affrontare la situazione? Come comportarsi per raggiungere il compromesso? Nel teatro forum sono gli spettatori in platea a salire sul palco e a trasformarsi in attori per suggerire soluzioni e mediazioni. Lo hanno fatto, tra gli altri, Miriam, Jessica e Allegra: si sono immedesimate nelle situazione, hanno fatto proprie le passioni sul palco e le hanno difese come fossero loro. Il futuro è ricco di occasioni, ma i sogni non stanno sopra le nuvole e per realizzarli è necessario lottare. Questo significa instaurare alleanze, sviluppare relazioni e cercare mediazioni "per superare gli ostacoli con responsabilità, concretezza e determinazione". "Di qualunque cosa parliamo, lavoro, futuro o passioni - ha affermato Massimo Serra, attore e presidente della cooperativa sociale Tornasole - ciò che fa la differenza è la relazione con le persone che ti circondano."
Giovani sognatori e disillusi, con mille progetti in testa o con le idee ben chiare sono stati trascinati dalla realtà che il teatro sa dare, hanno condiviso la propria visione di futuro, i dubbi e le paure di seguire le proprie passioni, ma anche la voglia di affrontare il domani e di tenere testa al cambiamento di cultura e visione che sta permeando questi anni di crisi.

L'evento fa parte dell'Autunno culturale dedicato al lavoro organizzato dalle cooperative sociali di Con.Solida.

Tag:

giovani, lavoro, autunno culturale

News

UNA SCUOLA PER RENDERE GLI STUDENTI FELICI E COMPETENTI

UNA SCUOLA PER RENDERE GLI STUDENTI FELICI E COMPETENTI

UNA SCUOLA PER RENDERE GLI STUDENTI FELICI E COMPETENTI
I PROFUGHI NEL PROGETTONE

I PROFUGHI NEL PROGETTONE

I PROFUGHI NEL PROGETTONE

Appuntamenti

25 Set 11:25 - 30 Set 19:25

Inaugurazione della Casa di Cinte Tesino

La nuova struttura di turismo sociale
15 Set 15:59 - 24 Set 15:59

Il volontariato di Fiemme e Fassa

36 le associazioni a Maso Toffa