Home page Separatore Cosa facciamo Separatore News Separatore LA CHIAMATA ALLA LEVA CIVICA

La chiamata alla Leva Civica

LA CHIAMATA ALLA LEVA CIVICA

Sarà presentato venerdì il progetto Leva Civica che unisce neomaggiorenni, istituzioni e organizzazioni locali

Sono 5000 i giovani che quest'anno in Trentino compiono 18 anni. 5000 ragazzi che potrebbero ricevere a casa propria la Cartolina della Leva Civica: una chiamata, da parte del proprio Sindaco, a declinare la responsabilità che acquisiscono diventando maggiorenni, anche attraverso la partecipazione alla costruzione del benessere della propria comunità.
L'iniziativa, realizzata da Con.Solida. e dal Consorzio dei Comuni Trentini, sarà presentata venerdì mattina, 23 marzio, nel convegno "18 anni. E adesso? Diamoci da fare" che si terrà presso la sede del Consorzio dei comuni (via Torre Verde 23 a Trento) dalle 9.00 alle 12.30. L'idea di chiamare tutti i neo18enni trentini ha lo scopo di intercettare e motivare in particolare quei giovani che non sono già attivi in circuiti di volontariato e associazionismo, per (ri)consegnare loro un ruolo di responsabilità. La Leva Civica non si rivolge solo ed unicamente ai giovani, ma vuole coinvolgere l'intera loro comunità di appartenenza (dall'amministrazione comunale alle organizzazioni locali) per dare vita ad una rete solida, dove la crescita del territorio si lega necessariamente alla sua componente più preziosa: i giovani.

Maggiori info: 0461/235723; levacivica@consolida.it

Scarica il programma del convegno

Tag:

giovani

News

etika A TEATRO GRAZIE A LA RETE

etika A TEATRO GRAZIE A LA RETE

etika A TEATRO GRAZIE A LA RETE
EDUCA 2017: NUOVI SGUARDI E IDEE CONCRETE PER IL FUTURO

EDUCA 2017: NUOVI SGUARDI E IDEE CONCRETE PER IL FUTURO

EDUCA 2017: NUOVI SGUARDI E IDEE CONCRETE PER IL FUTURO

Appuntamenti

31 Mar 11:20 - 26 Mag 09:00

La cooperativa sociale CS4 al MES

La cooperativa sociale CS4 al MES
25 Mar 08:03 - 25 Mar 11:03

Le mille forme dell'autismo: tra cinema e parole

Le mille forme dell'autismo: tra cinema e parole