Home page Separatore Cosa facciamo Separatore News Separatore SOLD OUT IERI SERA AL TEATRO SOCIALE

"La Divina Commedia" in scena al Sociale

SOLD OUT IERI SERA AL TEATRO SOCIALE

Sold out per "La Divina Commedia" andata in scena ieri sera al Teatro Sociale di Trento. Lo spettacolo dà il via alla serie di iniziative culturali che la cooperativa sociale Grazie alla Vita organizza per festeggiare i suoi 35 anni

Oltre 700 persone ieri sera hanno assistito a una "Divina Commedia" insolita, dove Dante, accompagnato da Virgilio, è in carrozzina, ma anche Ulisse, Paolo e Francesca. Uno spettacolo che, visto già da oltre 12.000 persone in tutta Italia, dà il via al ciclo di iniziative culturali della cooperativa sociale Grazie alla vita per festeggiare i suoi 35 anni. Fondata nel 1977 a Mezzolombardo, Grazie alla Vita è la prima cooperativa sociale trentina, nata da un gruppo di amici che desideravano offrire aiuto alle persone disabili della comunità. Attualmente accoglie 34 persone presso il Centro diurno, 6 in forma residenziale e fornisce un servizio di educativa scolastica per oltre 30 studenti disabili.
L'opera teatrale - prodotta dalla Cooperativa Sociale l'Anaconda di Varese in collaborazione con le cooperative sociali “Cura e Riabilitazione” di Milano e “Solidarietà e Servizi” di Busto Arsizio - è un'occasione per dimostrare come persone spesso ritenute solo bisognose di assistenza, possano anche attraverso l'arte e la cultura, essere protagoniste. "Non c'è nulla di professionale - ha spiegato ieri Gianni Nocera della cooperativa l'Anaconda - negli attori sul palco, ma moltissima professionalità per l'impegno che ci mette ognuno di loro." Improvvisazioni musicali, coreografie e balletti hanno ricostruito con precisione l’ambientazione "dantesca”, mentre gli attori sul palco - circa 40, di cui 25 disabili con diverse patologie - si sono avvalorati con precisione del linguaggio del Poeta. La regia infatti - dell'attrice professionista Luisa Oneto che da diversi anni progetta e produce spettacoli per compagnie teatrali che coinvolgono persone con disabilità psico-fisiche - ha usato ogni tecnica professionale, considerando come protagonista la Parola e rivalutando la forza espressiva del teatro “povero”. Proprio come nella Divina Commedia - dove Dante riesce a compiere il suo viaggio grazie alle persone che incontra e che l’accompagnano nel percorso dall'inferno al Paradiso - anche gli attori della compagnia hanno superato sfide e momenti di debolezza solo operando insieme e unendo le forze di ciascuno. L’arte, infatti, è considerata dalle cooperative che hanno collaborato alla realizzazione dello spettacolo, come strumento per esprimere pensieri ed emozioni, per mostrare le capacità personali degli attori disabili e attivare nuove conoscenze che, nel contesto di gruppo, arricchiscono la dinamica quotidiana dei rapporti interpersonali. Fra il pubblico anche diversi rappresentati istituzionali come Franco Panizza, assessore provinciale alla cultura, Marta Dalmaso, assessore provinciale all'Istruzione e Violetta Plotegher, assessore comunale Politiche alle sociali e pari opportunità.

Nei prossimi mesi Grazie alla Vita organizzerà conferenze, convegni e seminari sul tema della disabilità e delle politiche sociali. Un modo anche per, visto l'anno Internazionale delle Cooperative, riaffermare la centralità della cooperazione come strumento ancor oggi in grado di offrire sostegno e crescita all'intera comunità, guardando ai valori della persona e del lavoro.

Tag:

cultura, disabili

News

IMPRESA SOCIALE ³

IMPRESA SOCIALE ³

IMPRESA SOCIALE ³
L'IMPATTO DELLA FORMAZIONE SOCIALE

L'IMPATTO DELLA FORMAZIONE SOCIALE

L'IMPATTO DELLA FORMAZIONE SOCIALE

Appuntamenti

25 Set 11:25 - 30 Set 19:25

Inaugurazione della Casa di Cinte Tesino

La nuova struttura di turismo sociale
15 Set 15:59 - 24 Set 15:59

Il volontariato di Fiemme e Fassa

36 le associazioni a Maso Toffa